L’utilizzo di piante o estratti di piante per la cura delle malattie e per il mantenimento del benessere è chiamata Fitoterapia.

Le piante, infatti, sono da sempre le principali fonti di sostanze medicamentose e l’uomo, negli anni, ha imparato a riconoscere ed impiegare le loro varie proprietà. Si è scoperto che molte funzioni fisiologiche del sistema nervoso centrale e del sistema immunitario sono regolate dal sistema degli endocannabinoidi, i quali interagiscono con dei recettori specifici situati in varie parti dell’organismo. La ricchezza terapeutica della Cannabis è dovuta alla sinergia dei composti chimici che la costituiscono. Il risultato della combinazione fra tutte le sostanze contenute nella cannabis è chiamato effetto entourage.

Un esempio è l’interazione tra CBD e THC. Quando viene preso da solo, il THC può esercitare tutta una serie di effetti psicoattivi, inclusi alcuni effetti collaterali, tra cui ansia e paranoia.

Il CBD, invece, ha la capacità di mediare il “livello massimo di psicoattività” del THC, abbassandolo a livelli più moderati e riducendo così i rischi di sviluppare disturbi d’ansia.