Cannabis e Canapa sono la stessa pianta, la distinzione tra i due termini è convenzionale.

Ad oggi, ciò che distingue cannabis e canapa è principalmente la quantità di principio attivo psicotropo (THC) al loro interno. Infatti, con la parola canapa si intende la varietà con THC inferiore allo 0.5% (limite dello stupefacente) e che serve per produrre alimenti (semi, olio, farina), bio-carburante, carta, tessuti, cordame, prodotti cosmetici e materiali (spesso innovativi e molto efficienti) e per la bio-edilizia.

Con cannabis (conosciuta anche come marijuana) si intende invece la varietà di canapa contente THC in quantità capaci di generale effetto psicoattivo. Marijuana è un termine messicano coniato per indicare la cannabis utilizzata in ambito ricreativo, è considerata una droga leggera e la sua coltivazione in Italia è vietata. Anche se sempre più paesi nel mondo la stanno legalizzando.